Questo sito utilizza cookie anche di terzi per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie

Inoltre ti confermiamo che questo è un sito sicuro, privo di malware o di software indesiderato...

^Torna in Alto

  • 1 Benvenuti
    nel portale ufficiale del Comune di Scandriglia..
  • 2 Benvenuti
    nel portale ufficiale del Comune di Scandriglia..
  • 3 Benvenuti
    nel portale ufficiale del Comune di Scandriglia..
  • 4 Benvenuti
    nel portale ufficiale del Comune di Scandriglia..
  • 5 Benvenuti
    nel portale ufficiale del Comune di Scandriglia..

Comune di Scandriglia (RI)

Via Umberto I,33 - 02038 - Telefono:0765 878037 Fax 0765 878467

  
  
  
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Comunicazione Pagamento IMU

SI  COMUNICA

Ai  Signori contribuenti, che il Comune di Scandriglia, a seguito del  D.Lgs  201/2011, ha adottato il regolamento IMU con Deliberazione di C.C. n. 4 del 26/03/2012.

Con deliberazione del C.C. n. 9 del 23/04/2013 ha deliberato le aliquote per l’anno 2013, come sotto specificato:

-         Abitazione principale 4 per mille

-         Aliquota base per tutti i fabbricati non diversamente specificati, 10,40 per mille

-         Aree edificabili  7,6per mille

-         Fabbricati rurali ad uso strumentale  2 per mille.

INDICAZIONI IN BREVE

Presupposto dell’imposta, è il possesso di fabbricati, ed  aree fabbricabili, siti nel territorio del Comune di Scandriglia.
SOGGETTI PASSIVI: sono i proprietari degli immobili soggetti all'imposta e i titolati dei diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi, anche se non residenti nel territorio dello Stato e anche se non vi hanno sede legale o amministrativa o non vi esercitano attività.
FABBRICATO: per fabbricato si intende l'unità immobiliare iscritta, o che deve essere iscritta, nel catasto edilizio urbano cui sia attribuita o attribuibile un'autonoma rendita catastale.
AREA FABBRICABILE: L'area fabbricabile è definita come quella utilizzabile a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o attuativi, ovvero in base alle possibilità effettive di edificazione. Per le aree fabbricabili, la base imponibile è il valore di mercato al 1° gennaio di ogni anno.

ABITAZIONE PRINCIPALE: Si tratta, in particolare, dell’unità immobiliare nella quale c’è coincidenza tra dimora abituale e residenza anagrafica. Si identifica, ai fini della definizione di abitazione principale, salvo prova contraria da parte del contribuente, con quella della residenza anagrafica. Detrazione consentita euro 200/00.
PERTINENZA: è possibile aggregare all’abitazione principale, al massimo, una pertinenza per ciascuna categoria catastale C2, C6 e C7.

 

 

 

IL  VERSAMENTO  PER  L’ABITAZIONE  PRINCIPALE,  E  RELATIVE

 

PERTINENZE,  ESCLUSI  I  FABBRICATI  CLASSIFICATI  NELLE

 

CATEGORIE  CATASTALI  A/1,  A/8,  A/9,  E’ STATO SOSPESO.
                                                          

                                                        
 

                                                       COME SI CALCOLA

Cambia la base imponibile dell’imposta, ma non il sistema di calcolo: la base imponibile della nuova imposta è il valore della rendita iscritta in catasto rivalutata del 5% (rendita X 1,05). Quindi la rendita rivalutata dovrà essere moltiplicata per il nuovo coefficiente ( rendita rivalutata X 160 ). Al valore dell’immobile ai fini dell’ I.M.U., così calcolato, saranno poi applicate le aliquote deliberate dal Comune, in precedenza citate..

 

Moltiplicatori dell’IMU

Il calcolo dell’imposta è basato sulla rendita catastale (già conosciuta), rivalutata del 5%, moltiplicata per i coefficienti di seguito indicati. A tale valore andranno applicate le aliquote   stabilite con  delibera di C.C. n. 9 del 23/04/2013  sopra indicate.
• 160 per le abitazioni del gruppo A (esclusa la categoria catastale A10) e categorie C2, C6 e C7;
• 140 per i fabbricati del gruppo catastale B, C3, C4 e C5;
• 80 per la categoria catastale D5 e A10 (uffici e studi privati);
• 65 per il gruppo catastale D, escluso D5;
• 55 per la categoria catastale C1.

Abitazione principale e pertinenze

L’IMU si pagherà in misura agevolata per l’abitazione principale (quella dove si ha la residenza anagrafica e la dimora abituale ).
L’agevolazione prevista per l’abitazione principale si estende anche alle pertinenze, esclusivamente a quelle classificate nelle categorie C2 (cantina), C6 (box) e C7 (posto auto), nella misura di una unità per categoria catastale.
E’ prevista, dall’imposta dovuta per l’abitazione principale, una detrazione di 200 Euro, maggiorata di 50 Euro per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni residente anagraficamente nell’abitazione.
La detrazione totale, per i figli residenti non può superare l’importo di 400 Euro.

PAGAMENTI

I pagamenti a Giugno 2013, dovranno essere effettuati, soltanto tramite mod. F24. Successivamente come previsto dal D.L. 16/2012, potranno essere effettuati, sia con F24 che con bollettini postali, che dovranno essere appositamente  predisposti, salvo ulteriori variazioni di legge.

Le scadenze per i pagamenti, sarà quella sotto riportata:

 

1)   ABITAZIONE PRINCIPALE -     SOSPESO

2)      ALTRI FABBRICATI  ED AREE  FABBRICABILI         

 

                                          -  Prima rata è il 17 Giugno 2013       (il 16 cade di Domenica).

                                          -  Saldo il 16  Dicembre 2013            

 

 

DICHIARAZIONI  IMU

 

La dichiarazione IMU è disciplinata dal decreto legislativo n.23/2011 che rimanda l'approvazione dei modelli della dichiarazione, dei modelli di versamento e della trasmissione dei dati di riscossione ad uno o più decreto del Ministero dell'Economia e delle finanze.

Con la legge 296/2006 è stato eliminato l'obbligo della presentazione della dichiarazione ICI nel caso in cui gli stessi dati sono desumibili dal Modello Unico Informatico (MUI) dell'Agenzia del Territorio. La presentazione della dichiarazione IMU è necessaria, però, per far valere il diritto alle agevolazioni previste per l’abitazione principale o per comunicare variazioni al comune ai fini del computo dell'imposta, oppure nei casi in cui gli elementi rilevanti ai fini dell’imposta non siano acquisibili tramite la banca dati catastali del comune o di altri Enti.

La dichiarazione IMU, seguendo le vecchie disposizioni ICI, va presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi e vale anche per gli anni successivi.

 

 

CODICI

 

Per consentire il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute a titolo di IMU, si elencano i seguenti codici tributo predisposti dall’Agenzia delle Entrate:


3912” - denominato: “IMU - imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze - articolo 13, c. 7, d.l. 201/2011 – COMUNE”;


3913” - denominato “IMU - imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale -   

               COMUNE”;


3916” - denominato: “IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili -COMUNE”;


3918” - denominato: “IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati –COMUNE”;


3919” - denominato “IMU - imposta municipale propria per i fabbricati di cat. D -STATO”;


3923” - denominato “IMU - imposta municipale propria – INTERESSI DA ACCERTAMENTO - COMUNE”;


3924” - denominato “IMU - imposta municipale propria – SANZIONI DA ACCERTAMENTO - COMUNE

 

 

Calcola IMU

Accedi al Portale

Webcam - Scandriglia

Calendario Eventi

Dicembre 2017
D L M M G V S
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Forum di Discussione

Newsletter

Iscrivendoti alla Newsletter del Comune di Scandriglia e selezionando la tua zona di residenza, riceverai tutte le informazioni, comunicati ufficiali direttamente sulla tua mail,
Privacy e Termini di Utilizzo

free counters

Copyright © 2013. Edit by Bruno Stazi  Rights Reserved.